Fuori gli stranieri che non si integrano (dal Belgio)

…..gli immigrati extra-Ue dovranno firmare un “contratto” che li obbliga a rispettare usi e costumi del Paese – Chi sgarra, sarà espulso…

BRUXELLES – Il diritto di soggiornare in Belgio per gli immigrati non europei d’ora in poi sarà subordinato alla firma di una dichiarazione di adesione ai valori fondamentali del Paese, dalla libertà di espressione al rispetto delle donne, inclusa la lotta al terrorismo. Altrimenti ci sarà il rimpatrio. È la stretta ‘identitarià decisa dal governo belga di destra, sull’onda degli attacchi terroristici della settimana scorsa, e spinta dal segretario alla migrazione Theo Francken del partito dei nazionalisti fiamminghi della N-va… <<<leggi l’articolo>>>

Approvato alla velocità della luce poco più di una settimana dopo la strage terroristica ad aeroporto e metro, il progetto di legge – che deve però ancora ottenere l’avvallo del Parlamento federale – prevede che ogni “nuovo arrivato” in Belgio da fuori Ue che abbia l’intenzione di stabilirvisi, debba entro 30 giorni sottoscrivere una sorta di ‘contrattò con lo Stato sul rispetto di valori e regole, e di impegno a imparare una delle tre lingue del Paese, a trovare un lavoro e a pagare le tasse.

http://www.cdt.ch/mondo/politica/152233/fuori-gli-stranieri-che-non-si-integrano

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *