Modello Tedesco

02/01/2012Weidman pensieroWeidmann, nell'ultima intervista del 2012 alla conservatrice Wirtschaftswoche conferma la sua visione: la difesa della stabilità monetaria è il solo obiettivo della BCE, tutto il resto è secondario
27/02/2012La Germania e la crisi dell'eurozona Il piddino dirà: “sei in contraddizione: se l’euro ha contribuito a ridurre i differenziali di inflazione, come può aver avuto effetti così disastrosi sulla competitività? Allineando la crescita dei prezzi l’euro ci ha salvati! Quindi quello che ci hai detto finora non è vero, hai sparato un sacco di balle...
13/06/2012Münchau: con l'uscita dell'Italia dall'Euro, inizierebbe la nostra crisiWolfgang Münchau su Der Spiegel ci ricorda ancora una volta quanto la Germania avrebbe da perdere dalla fine dell'Euro. La Germania è davvero ricattabile e i paesi del sud Europa ne sono consapevoli?
22/08/2012I salari reali alamanni sono scesi del 6%...una buona parte del recupero di competitività della Germania derivava da un più banale taglio dei salari reali...
03/01/2013Il deleterio modello tedesco e i luoghi comuni sul welfareIl sistema di welfare non è nato per accompagnare la flessibilità e la moderazione salariale, come molti fan del “modello tedesco” sembrerebbero suggerire. Ecco perché sarebbe suicida per i progressisti italiani riproporre fuori tempo massimo le ricette di moda negli anni '90...
06/01/2013Cresce la povertà in Germania – “Politicamente desiderata”Le misure d’austerità imposte dal governo tedesco stanno precipitando i popoli d’Europa in una catastrofe sociale. La Conferenza Nazionale sulla Povertà (NAK), ha presentato il suo “Rapporto Ombra”, che conclude che la crescita e il consolidamento della povertà sono “politicamente desiderati”...
13/06/2013Münchau: con l'uscita dell'Italia dall'Euro, inizierebbe la nostra crisiMunchau su Der Spiegel ci ricorda ancora una volta quanto la Germania avrebbe da perdere dalla fine dell'Euro. La Germania è davvero ricattabile e i paesi del sud Europa ne sono consapevoli?
13/03/2013Münchau: Angelina ha qualche probleminoMünchau, nel suo ultimo commento su Der Spiegel, torna ad attaccare la Cancelliera sulle politiche europee e fa una (facile) previsione: Merkel fallirà
10/04/2013La Germania non è un paese per poveriIl preoccupante aumento della disuguaglianza dimostra che il modello tedesco è imperfetto. Crescono i poveri, mentre l’1% della ricchezza è condiviso da metà della popolazione. Infuria il dibattito sull’Agenda 2010 di Schröder...
21/04/2013Kein Wettbewerb, bitte! (***) Horn, presidente del IMK, sulla progressista Die Zeit propone una riflessione sul meccanismo sbagliato alla base della moneta unica: la concorrenza fra stati...
08/05/2013Wolf: “Il modello tedesco? Non è esportabileLe conseguenze degli sforzi per costringere l'Eurozona a ricalcare la strada per l'aggiustamento percorsa dalla Germania negli anni 2000 sono pesanti, innanzitutto perché rendono altamente probabile una stagnazione prolungata per l'Eurozona, soprattutto nei Paesi colpiti dalla crisi. Peraltro, se dovesse cominciare a funzionare, l'euro probabilmente aumenterebbe di valore, accrescendo i rischi di deflazione. Inoltre, particolare di non poca importanza, un'Eurozona in attivo nel saldo con l'estero rappresenterebbe uno shock recessivo per l'economia mondiale...
09/05/2013Hans Werner Sinn: serva una unione monetaria apertaIl grande economista tedesco torna a rilanciare l'unione monetaria aperta: i membri in difficoltà devono poter uscire, svalutare, fare le riforme e tornare nella moneta unica con il supporto della comunità internazionale...
19/05/2013Flassbeck: salviamo l'Europa dalle macerie della moneta unica In una recente analisi pubblicata dalla Rosa Luxemburg Stiftung, l'economista tedesco H. Flassbeck ribadisce la sua scarsa fiducia nella possibilità di salvare la moneta unica: salviamo l'Europa politica dal crollo dell'Euro...
20/05/2013Dialogo fra un euroscettico e un non soFAZ mette a confronto Bernd Lucke, leader di Alternative für Deutschland, e Dennis Snower, presidente del IW di Kiel. Lucke conferma: fuori gli eurodeboli dalla moneta unica...
04/06/2013Lafontaine: torniamo alle valute nazionaliOskar Lafontaine, leader storico della sinistra tedesca, in una lunga intervista spiega i punti centrali del nuovo sistema monetario europeo da lui proposto: basta con l'Euro, la moneta deve tornare sotto il controllo democratico...
10/07/2013Die Elenden...è importante ricordarsi che l'incubatrice della miseria che ora affligge i PIIGS è stata proprio la Germania.
02/08/2013Germania, macelleria d'EuropaQuando la Polonia stava per entrare nell'Unione europea, si promise che ai lavoratori dell'Est sarebbe stato possibile arrivare nel paese solo dopo un'opportuna attesa di qualche anno. Grazie a una voluta dimenticanza, erano già al lavoro il primo giorno: assunti da ditte polacche, con contratti polacchi, e affittati ai tedeschi che li pagavano come a Varsavia o a Stettino, 500 euro al mese...
26/02/2014Crisi: le conseguenze del surplus tedescoIl modello tedesco, cioè crescita trainata dalla domanda estera, è sostenibile solo in presenza di paesi che comprano: il suo grande surplus è stato possibile anche grazie all‘indebitamento degli stati dell’Europa meridionale...
08/07/2014I cinque trucchi con cui la Germania bara sui contiTuttavia, è vero che la differenza tra i nostri e i loro risultati è anche l’effetto di alcuni trucchetti – se così si possono chiamare – che ampliano il divario tra i nostri e i loro bilanci e, soprattutto, tra la nostra e la loro economia, ben oltre i reali valori e meriti...
02/03/2015L’inferno della Hartz IV [Report, puntata del 02/03/2015Con la Riforma del mercato del Lavoro Schroeder nel 2010, in Germania è cambiato tutto. Prima c’erano gli ammortizzatori sociali, il sussidio di disoccupazione, c’era il Welfare alla tedesca. Oggi c’è la Hartz 4, la schiavitù del sussidio...
09/04/2015Nocella sul modello tedesco: chiagn' e ffotte L'euro non è stato fatto per impedire all'Italia di svalutare ma alla Germania di rivalutare (e infatti quando l'euro non c'era la Germania rivalutava più spesso di quanto l'Italia svalutasse...
16/05/2015“La Germania ricca? Paradossale bugia”La mancanza di tutele per i lavoratori va di pari passo con la spudoratezza con cui si arricchiscono top manager ed ex politici, categorie che si preoccupano solo del proprio benessere e del modo migliore per accaparrarsi denaro, capitali e privilegi fiscali...
23/08/2016Gli effetti dell’Hartz IV secondo il sociologo austriaco Klaus DörreL’analisi del professore dell’Università di Jena mette evidenzia ancora una volta quelle che sono le caratteristiche principali della riforma del lavoro tedesco – presa come esempio da imitare per tutti i Paesi del Sud Europa. L’Hartz IV non ha un impatto diretto sulla disoccupazione ma, al contrario, va a creare un crescente substrato di sottoccupati; una dinamica che alimenta fenomeni di pregiudizio ed emarginazione sociale, e che rende quasi impossibile il reinserimento reale sul mercato del lavoro.

 

MINI JOB & Pensioni

16/01/2013La verità sulla riforma del lavoro TEDESCALa HARTZ IV, la riforma dl lavoro tedesca, che ogni governo cita come meravigliosa e risolutiva, in realtà i mini jobs tedeschi stanno portando il paese verso la povertà. Altro materiale sull'argomento lo si può trovare sul sito vocidallagermania.blogspot.it
11/05/2013Reddito di cittadinanza, in Germania ha reso precari 7,5 milioni di lavoratori ed è diventato la Bengodi degli imprenditori L’ultima grande trovata è dar voce al popolo affinché chieda lui stesso di tornare alla servitù, per essere mantenuto appena con un’elemosina. Il ritorno alla sudditanza viene venduto come una conquista...
13/05/2013Dov'è finito il Jobwunder?Cresce il numero degli occupati con un lavoro regolare che che per tirare avanti devono chiedere un sussidio allo stato. E' arrivato il momento di introdurre un salario minimo per legge?
14/05/2013Salari da fame alla Daimler?Con un salario inferiore ai 1.000 € netti mensili, i lavoratori alla catena di montaggio possono tirare avanti solo chiedendo un sussidio Hartz IV. Di fatto la spesa sociale dello stato serve a finanziare la produzione di auto di lusso...
05/06/2013The dark side of the boomUn interessante articolo sul boom dei mini-job in Germania arriva dal dal Wall Street Journal. Flissibilità necessaria oppure lavoro nero legalizzato?
19/07/2013Germania, opuscolo per i disoccupati "Diventate vegetariani e vendete i mobili"Per riuscire ad arrivare alla fine del mese e farsi bastare il sussidio di indigenza i disoccupati tedeschi devono imparare a risparmiare, cominciando a vendere i vecchi mobili, a diventare vegetariani e a bere l'acqua del rubinetto. Sono queste le raccomandazioni contenute in un opuscolo dell'Agenzia del Lavoro...
23/09/2013Germania, la ricchezza dai lavoratori alle imprese. Così nasce la “locomotiva”La ricetta tedesca per passare da "grande malata" a traino d'Europa: comprimere i salari per favorire le esportazioni. L'ex cancelliere Gerhard Schröder ha creato sette milioni di "mini-job", contratti iperflessibili con stipendi da 450 euro netti. E Berlino ha mandato in crisi i partner dell'Eurozona
05/01/2014Germania locomotiva d’Europa? 7,5 milioni di tedeschi lavorano per 450 euro al meseNell’immaginario collettivo italiano è ben radicata la convinzione che gli operai tedeschi percepiscano salari nettamente superiori a quelli italiani. In realtà, esistono ben 7,4 milioni di lavoratori tedeschi che percepiscono uno stipendio di 450 euro al mese. Ufficialmente si tratta di lavoratori “part time”, ma spesso e volentieri questi lavoratori raggiungono tranquillamente le 40 ore settimanali di lavoro...
14/07/2014Stranieri sfruttati in Germania, nasce il sindacato: “Basta paghe metà dei tedeschi”A Berlino è nato il "Gas", Gruppo di Azione Sindacale, pensato per tutelare i diritti dei lavoratori spagnoli tra contratti abusivi di ogni tipo, infermieri che guadagnano il 50% dei colleghi locali, lavoratori full time nel settore dell'IT che portano a casa 300 euro. Sfruttati anche ragazzi reclutati attraverso il programma europeo "Work & Travel Europe"
11/12/2014A Berlino i poveri sono il 20%Un Babbo Natale riservato ai poveri della opulenta Germania. Poveri cronici e nuovi poveri, quelli che, perso il posto, non sono più riusciti a reinserirsi nel mondo del lavoro...
03/12/2014Occupazione, record in Germania. Ma dietro ai numeri la realtà è un’altraIn sostanza negli ultimi tredici anni la somma delle ore lavorative non è cambiata, solo che gli occupati sono cresciuti dai 39,92 milioni del 2000 ai 42,3 milioni del 2013. 2,38 milioni di posti di lavoro in più a parità di ore lavorate. Cosa significa? Che in molti casi un posto di lavoro a tempo pieno del 2000 si è trasformato in tre mini-job o in due part-time. Ci sono più occupati ma sono occupati per meno ore, meno soldi e con minori garanzie...
04/12/2014Caos pensioni a Berlino: "Sono troppo basse, alto il rischio povertà"L'ex ministro del lavoro Blüm: "Il sistema non è più sicuro". E la Germania ridimensiona le previsioni di crescita per il 2015
05/11/2015Germania, un modello in crisi. Tra scandali, export in calo e salari troppo bassi per trainare i consumiNon solo Volkswagen. Berlino ha dovuto limare le previsioni di crescita perché il rallentamento di Russia e Cina riduce la domanda per i suoi prodotti. Intanto la produttività non cresce, il sistema creditizio è in affanno e la disoccupazione è bassa solo grazie ai mini-jobs da 450 euro al mese...