Aumentano gli europei espulsi dal Belgio: vittime della lotta al turismo sociale

In Belgio vivono undici milioni di persone, di cui un milione di immigrati che provengono, per il 70%, da altri Paesi dell’Unione, in particolare Italia, Francia e Olanda. Negli ultimi anni, il Belgio ha inasprito le norme in materia di politica migratoria, aumentando gli ordini di espulsione emessi nei confronti dei cittadini europei. Si è passati così da otto casi registrati nel 2008 a 1.700 nel 2015.

In Belgio vivono undici milioni di persone, di cui un milione di immigrati che provengono, per il 70%, da altri Paesi dell’Unione, in particolare Italia, Francia e Olanda.

Negli ultimi anni, il Belgio ha inasprito le norme in materia di politica migratoria, aumentando gli ordini di espulsione emessi nei confronti dei cittadini europei. Si è passati così da otto casi registrati nel 2008 a 1.700 nel 2015.

Ad Anversa, nel nord fiammingo, incontriamo Giorgia Bergamini, una ragazza italiana con ventotto anni di esperienza professionale nel settore tessile.

Quando si trasferisce qui per vivere con il suo compagno, frequenta dei corsi per imparare la lingua e si reca all’ufficio di collocamento. Ma le spiegano che è troppo qualificata per le occupazioni che potrebbero proporle.

Poi, nel novembre 2013, riceve una lettera del comune di Anversa in cui le viene intimato di lasciare il Paese: “Hanno ripreso la carta di identità dicendomi che il mio dossier a Bruxelles era vuoto e non avevo dimostrato la volontà di adoperarmi per fare quello che questo paese richiede per poter rimanere. La follia pura”…

…leggi l’articolo intero > http://it.euronews.com/2016/03/11/aumentano-gli-europei-espulsi-dal-belgio-vittime-della-lotta-al-turismo-sociale/

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *