Vaccini

Per andare agli articoli, cliccare sui LINK della seconda colonna

18/10/2015L'inchiesta - Calo nelle vaccinazioni influenzali: di chi è la responsabilità? orna l'autunno col freddo e i classici malanni stagionali. Subito riparte la campagna di vaccinazione antinfluenzale, e con essa il dibattito sull'efficacia di una pratica che, negli ultimi anni, ha sollevato numerosi polveroni mediatici ma- soprattutto- dubbi tra i cittadini. A dimostrarlo, è il generale calo del consenso: a partire dal 2009 (l'anno della “pandemia suina”) il numero di persone che hanno accettato l'iniezione è sceso in modo costante. Nella scorsa stagione influenzale si è raggiunta quota -30%: ossia, 3 persone su 10 dicono 'no'. Fatto che mette in allarme i medici e il Sistema Sanitario, al punto che il ministero della Salute ha previsto per la prossima campagna un programma di sensibilizzazione molto articolato...
21/10/2015L'inchiesta 2 - Vaccino anti influenzale. Quanto costa? E quanto protegge? Ogni anno il Sistema sanitario nazionale acquista circa 10 milioni di dosi, con un costo, nel 2014, di 39,1 milioni di euro. A questo, vanno ad aggiungersi i costi che ogni regione spende per promuovere la campagna vaccinale, tra i quali rientrano anche i compensi e gli incentivi che ogni medico o pediatra riceve in base al numero effettivo di pazienti che ha vaccinato: tale bonus, a seconda della Asl di riferimento, va dai 6 ai 10 euro per ogni dose somministrata. Ipotizzando che ogni dottore ne somministri a circa 100 pazienti, il suo compenso ammonterà in media tra i 600 e gli 800 euro...
03/11/2015Crollo dei vaccini pediatrici? I dati lo smentisconoLa prima notizia è uscita il 4 ottobre scorso: allarme per la forte diminuzione del numero di bambini sottoposti al trattamento. Ma sul sito del ministero della Salute vengono pubblicati dati che smentiscono in modo clamoroso il presunto calo: tutte le vaccinazioni obbligatorie hanno percentuali al di sopra del 95%. Perché allora tutto questo clamore mediatico? Forse una spiegazione c’è…
23/05/2017VACCINI - La versione del Prof Stefano MontanariMedicina Amica intervista il Professore Stefano Montanari, uno dei massimi esperti europei di nanopatologie sin dagli anni novanta, scopritore delle nanopolveri e direttore scientifico della Nanodiagnostics di Modena.
28/05/2017Vaccini e obbligo (Parte I) – La doverosa premessaSi informa la gentile utenza che è possibile essere in via generale ben disposti nei confronti dei vaccini e al contempo esserlo per una loro somministrazione libera, attenta, prudente e il più possibile personalizzata, applicata in coerenza coi rapporti di vaccinovigilanza e in un contesto di fiducia tra cittadini e istituzioni, in tentato equilibrio tra interessi di mercato e di salute collettiva.
29/05/2017Vaccini e obbligo (Parte II) – De-cretinum naturaIl cd. Decreto Lorenzin rappresenta, nella sua mancanza di metodo, politicamente un azzardo, giuridicamente un abuso, nei contenuti pericolosamente manchevole. Qualcosa che ha certamente più a che fare col campo della sperimentazione che della regola scientifica, col principio della rana bollita piuttosto che quello di prudenza. Proverò pertanto ad argomentare.
30/05/2017Vaccini e obbligo (Parte III) – I complotti son desideri di felicitàUna premessa. L’ipotesi corruttiva, intesa come reato, è una delle probabili quando in gioco ballano soldi, potere, privilegi. Ma è decisamente la meno frequente. Mediamente, infatti, si tende sempre a cercare chi possa avere pagato chi, quanto e perché. Ben più raramente, invece, si cerca di comprendere come la seduzione nei confronti di un potere o del senso di protezione agisca tra le persone. A qualunque livello sociale.
02/08/2017Brandy Vaughan: "Perchè i vaccini contengono tossine?" Interessante intervista di Pandora TV a Brandy Vaughan, ex-rappresentante della casa farmaceutica Merck, e oggi impegnata sul fronte per la sicurezza nei vaccini. Fra le altre cose, ci offre finalmente una risposta alla fatidica domanda: "Perchè i vaccini contengono tossine?" Il motivo - se la cosa dovesse mai stupirvi - è squisitamente commerciale.
31/05/2017Vaccini e obbligo (Parte IV) – Il senso di Beatrice per il morbilloQuando si cercano dati per l’Italia si fa una certa fatica. È opportuno, oltre che propriamente scientifico, tentare sempre di circoscrivere l’ambito di ricerca ad un dato periodo, territorio ecc. per poi al limite compararlo. Parlare ad esempio dei dati mondiali sulle conseguenze da morbillo per costituire un ragionamento interno al Paese è fare disinformazione, allo stesso modo che riportare soltanto il numero delle reazioni avverse al vaccino in un paese dove ad esempio vige l’obbligo, rispetto ad uno dove questo non sussiste.
28/09/2017In principio era l’uranio impoverito….Nello scorso mese di luglio è stata resa pubblica la relazione finale della IV Commissione d’Inchiesta sull’uranio impoverito, uno studio autorevole che ha fatto ulteriormente chiarezza sulle cause di un fenomeno che ha colpito migliaia di soldati italiani negli ultimi vent’anni... Lo studio prendeva inoltre in considerazione altri fattori potenziali di rischio quali le condizioni ambientali e climatiche presenti nelle basi italiane di “White Horse” e “Camp Mittica”, gli stili di vita, la dieta, il fumo ed altre condizioni tendenzialmente pericolose, inclusa, per la prima volta, la somministrazione dei vaccini...
11/11/2017Ricordando Giorgio TremanteGiorgio Tremante, l'uomo al quale dobbiamo la legge 210 per il risarcimento dei danneggiati da vaccino, se ne è andato... Anche quando esiste un riconoscimento ufficiale del governo italiano che ha inoltre intitolato un giardino alla memoria con una dicitura inequivocabile (vedi foto), si tenta di negare la realtà. E questa gente è quella che tuona contro le fake news di internet e chiede leggi punitive.