Vaccini

Per andare agli articoli, cliccare sui LINK della seconda colonna

28/05/2017Vaccini e obbligo (Parte I) – La doverosa premessaSi informa la gentile utenza che è possibile essere in via generale ben disposti nei confronti dei vaccini e al contempo esserlo per una loro somministrazione libera, attenta, prudente e il più possibile personalizzata, applicata in coerenza coi rapporti di vaccinovigilanza e in un contesto di fiducia tra cittadini e istituzioni, in tentato equilibrio tra interessi di mercato e di salute collettiva.
29/05/2017Vaccini e obbligo (Parte II) – De-cretinum naturaIl cd. Decreto Lorenzin rappresenta, nella sua mancanza di metodo, politicamente un azzardo, giuridicamente un abuso, nei contenuti pericolosamente manchevole. Qualcosa che ha certamente più a che fare col campo della sperimentazione che della regola scientifica, col principio della rana bollita piuttosto che quello di prudenza. Proverò pertanto ad argomentare.
30/05/2017Vaccini e obbligo (Parte III) – I complotti son desideri di felicitàUna premessa. L’ipotesi corruttiva, intesa come reato, è una delle probabili quando in gioco ballano soldi, potere, privilegi. Ma è decisamente la meno frequente. Mediamente, infatti, si tende sempre a cercare chi possa avere pagato chi, quanto e perché. Ben più raramente, invece, si cerca di comprendere come la seduzione nei confronti di un potere o del senso di protezione agisca tra le persone. A qualunque livello sociale.
31/05/2017Vaccini e obbligo (Parte IV) – Il senso di Beatrice per il morbilloQuando si cercano dati per l’Italia si fa una certa fatica. È opportuno, oltre che propriamente scientifico, tentare sempre di circoscrivere l’ambito di ricerca ad un dato periodo, territorio ecc. per poi al limite compararlo. Parlare ad esempio dei dati mondiali sulle conseguenze da morbillo per costituire un ragionamento interno al Paese è fare disinformazione, allo stesso modo che riportare soltanto il numero delle reazioni avverse al vaccino in un paese dove ad esempio vige l’obbligo, rispetto ad uno dove questo non sussiste.

Share